Master Plan per Settimo Milanese

Pianificazione territoriale

Territorio_Master Plan per Settimo Milanese MI

Il progetto del planivolumetrico del nuovo lotto del Piano di Zona Consortile, scaturisce dall’idea di realizzare due isolati con distinte caratteristiche urbane e morfologiche nel rispetto della via IV Novembre, elemento storico di collegamento tra Settimo Milanese e Milano. Nell’ isolato sud si è cercato un maggior confronto e dialogo con il contesto. In un tessuto periferico formato da edilizia “minuta”, la piccola dimensione e l’edificio isolato sono i temi svolti per la definizione delle palazzine plurifamiliari che, pur effettuando un salto di scala rispetto all’esistente, ne mantengono e ne regolarizzano la parcellizazzione. Ai giardini privati e alla estrema rarefazione del costruito si sostituisce un’edilizia di maggior densità riunita in blocchi. Si sono poi individuati una serie di edifici in linea che di volta in volta sottolineano le diverse caratteristiche (tipologiche, morfologiche e funzionali) di cui sono informati i due lotti.

Pian_Settimo (3)
Tutto il territorio che si estende a nord, verso il laghetto artificiale e a est verso la tangenziale ovest, è stato progettato interamente a verde. L’idea di progetto è nata dalla necessità di creare un’ampia zona “filtro” tra il tessuto abitato e l’infrastruttura della tangenziale, perseguendo il tema che considera gli aspetti legati al paesaggio della frangia urbana all’interno di una pianificazione di più ampio respiro, legata alla predisposizione di “corridoi ecologici” di connessione tra i vari parchi della Provincia di Milano. Il parco è suddiviso in varie zone intersecate da filari di gelsi e aceri: Lungo la Tangenziale si delinea la prima zona, caratterizzata dalla presenza di “colline artificiali” sulle quali non compaiono alberi, per evitare di “ingentilire” il paesaggio e sottolineare l’artificialità del sito; infatti vi è solo la presenza di tre grandi serre. A nord delle colline ci sono i giardini tematici puntualizzati dalla presenza di serre di dimensioni ridotte rispetto alle precedenti. A ovest di queste appaiono due filari di alberi esistenti tra i quali è stato inserito un canale d’acqua, memoria di un fontanile.

 

ENGLISH TEXT

Master plan for Settimo Milanese
Urban Development Planning. The planivolumetric project of the parcel of Piano di Zona Consortile, originates from the idea to realize two blocks with distinct urban and morphologic characteristics with respect to Via IV Novembre, historical element of connection between Settimo Milanese and Milan. In the south block we look for a more important comparison and dialogue with the context. In a suburban fabric defined by a “minute” building trade,  the small dimensions and the isolated building are subject discussed for the definition of block of flats, that even if realize a change in scale compared to the existing ones, maintain and regularize the fragmentation. A building trade, that uses more density gathered in block, replaces private gardens and the extreme rarefaction of building. We also discover a series of multi-storey buildings that each time emphasize the different characteristics (typological, morphological, functional) of the two parcels. All the north territory near the artificial lake and in the east near the west ring road, is completely designed to be a green area. The idea of the project arises from the necessity to create a wide filter area between the urban fabric and the infrastructure of the ring road. The project pursues the subject that considers the aspects linked to the landscape of the urban outskirts within a planning of wider view connected to the disposition of “ecological corridors” used to link the parks in the province of Milan. The park is divided in different areas crossed by rows of mulberry and maple: along the ring road there is the first area characterized by the presence of artificial hills where does not appear trees in order to avoid refining landscape and emphasizing the artificiality of the site; as a matter of fact there are only three large greenhouses. In the north of hills there are thematic gardens characterized by the presence of smaller greenhouses than the previous ones. In the south of these greenhouses there are two rows of existing trees: between them is placed a canal, a recollection of resurgence.



Una replica a “Master Plan per Settimo Milanese”

  1. Johna994 scrive:

    Do you mind if I quote a few of your posts as long as I provide credit and sources back to your weblog? My blog is in the very same niche as yours and my users would truly benefit from a lot of the information you present here. Please let me know if this alright with you. Thank you! ecgddkbcgebb

Lascia una risposta